Vai al contenuto

L’ “AUTOSTRADA FANTASMA” E L’ “AUTOSTRADA DELLE BEFFE” SI INCONTRANO A GARESSIO

30 giugno 2011


Il vice-sindaco Sappa e il vice-presidente provinciale Rossetto si incontrano a Garessio per parlare di asfalto, cemento, tunnel e…cemento .  

Nella foto, tratta da un articolo su Targato CN, il vice-presidente della Provincia di Cuneo, Rossetto (L’autostrada delle beffe)  in colloquio “riservato” con il vice-sindaco del Comune di Garessio Luigi Sappa (L’autostrada fantasma), più in là il sindaco di Garessio, Renato Chinea che dialogo con i suoi assessori Christian Garzo e Massimo Sommariva.

Sembra che ormai il Comune di Garessio sia diventanto “il municipio privilegiato” per parlare (ovviamente a porte chiuse ed in forma riservata) del futuro strategico ed infrastrutturale del nostro territorio. La scusa per l’incontro era infatti la “sicurezza sulla statale 28” che i sindaci dell’Alta Valle Tanaro stanno utilizzando come “cavallo di troia” per promuovere un sistema di varianti, lotti funzionali, tunnel, ecc.. per renderla più sicura (secondo i sindaci). Addirittura il Sindaco di Garessio minaccia battaglia (per la sicurezza) e vuole convocare un’assemblea pubblica per dar vita ad un movimento di protesta. Purtoppo però risulta troppo poco chiaro il soggetto “politico” della protesta mentre risultano fin troppo chiari gli interessi e gli intrecci economici e politici tra i proponenti. Infatti, pochi giorni prima dell’incontro al Comune di Garessio, c’è stata una riunione del CdA dell’’autostrada Albenga-Garessio-Ceva (Agc) (l’autostrada fantasma) , di cui Sappa è il Presidente e ne sono azionisti le province di Savona, Imperia, Cuneo, i comuni di Torino, Savona, Cuneo, Albenga, Imperia, le Camere di Commercio, la Comunità Montana Alto Tanaro Cebano Monregalese ed altri comuni, così come dei soci privati tra i quali Gavio; una delle tematiche della riunione del CdA era poprio, guarda caso, la “sicurezza sulla SS28”.

Su questo stesso blog, in data 21 dicembre 2010, avevamo pubblicato una lettera aperta al vice sindaco Sappa in occasione della nascita di un Comitato Territoriale della stessa per l’Autostrada Albenga – Garessio – Ceva, in grado di esprimere pareri di carattere ambientale e tecnico riguardanti le aree interessate dalle iniziative infrastrutturali promosse dalla società autostradale. Nel comitato territoriale erano stati nominati rappresentati  Giampaolo Fracchia (per il Comune di Alassio), Roberto Schneck (vicesindaco del Comune di Albenga), Roberto Bocchio (per il Comune di Andora), Alfredo Vizio (per il Comune di Ceva), Guido Lerda (assessore del Comune di Cuneo), Luciano Sciandra (sindaco del Comune di Priola).

Guarda caso proprio il Sindaco del Comune di Priola, Luciano Sciandra, è uno delle persone, in questi ultimi mesi, tra le più attive all’interno del movimento di protesta capeggiato dai sindaci dell’ alta valle Tanaro che vorrebbero la SS28 più sicura !   Pare abbastanza chiaro il “conflitto di interessi” tra una società il cui scopo principale è la costruzione di un’autostrada (anche per lotti funzionali) e la volontà di mettere in sicurezza una strada. E qui nasce l’equivoco più grave…   La SS28 è un campo di battaglia politico e anche la “panacea” di tutte le proposte per migliorare la qualità di vita della nostra valle. E certo pare anche interessante che un sindaco, che si dice così vicino alle problematiche del suo territorio, sia interessato ad avere un corridoio infrastrutturale sotto casa propria !  (Certo un collegamento importante tra la Liguria ed il Piemonte ma che, con il suo carico di traffico sta gradualmente trasformandosi in un corridoio stradale soprattutto per il trasporto merci da Ventimiglia verso Torino (che lo vede come un modo per non pagare il pedaggio autostradale Imperia- Savona ) e per il famigerato accesso al mare verso Imperia e verso Albenga.  Sono tre gli interventi sulla SS28 proposti dall’ANAS : Isola Perosa, Cave di Bagnasco ed il tunnel per bypassare i rocchini. Tre interventi puntuali senza che gli interessi autostradali e-o di società private prevalgano sull’interesse pubblico della comunità.

Mettere in sicurezza la SS28 dovrebbe anche voler dire, migliorare il trasporto pubblico locale, come la ferrovia che potrebbe diventare la spina dorsale del collegamento con Mondovì, per diminuire il carico di traffico sulla SS28 almeno per i residenti ed i pendolari e fornire un accesso costante, sicuro e frequente con Ceva. Oggi la RT Piemonte, la compagnia che ha comprato la fallimentare VIANI detiene il 50% del traffico ferroviario della Ceva-Ormea ed ambisce alla sua soppressione in modo da utilizzara al 100% la sua flotta di bus che nel periodo estivo intasano maggiormente la SS28 e nel periodo invernale rendono il servizio di trasporto pubblico insicuro per le condizioni della strada.

Mettere in sicurezza la SS28 significa anche promuovere delle politiche che disincentivino la SS28 come nuovo corridoio di transito internazionale per il trasporto merci, proprio per evitare ulteriormente l’inquinamento atmosferico , fonico oltre alla reale sicurezza stradale negli attraversamenti dei paesi come nel centro di Ormea, Garessio, Bagnasco e Nucetto.

Mettere in sicurezza la SS28 significa anche fissare in modo congiunto, tra Liguria e Piemonte, delle regole speciali nelle politiche ambientali e dei trasporti, limitando il numero dei transiti attraverso dei divieti di circolazione selettivi e promuovendo elevati standard di sicurezza, così come succede in Svizzera ed in altri paesi ai confini con le Alpi. 

Per approfondimenti su come mettere in pratica politiche territoriali per migliorare la nostra statale 28 ed i collegamenti tra Piemonte e Liguria vedi il sito dell’Iniziativa delle Alpi (anche al link all’immagine di iniziativa da las alps), a cui il nostro Comitato TAL aderisce.

Invece, a Garessio, per parlare di futuro strategico dell’Alta Val Tanaro si parla di costruire nuovi tunnel, di costruire nuove autostrade, varianti e lotti funzionali, si dà l’ok tecnico all’Armo Cantarana senza nemmeno pensare al possibile impatto in termini di inquinamento, rumore e traffico che la sua costruzione potrà portare in valle.

Così ci dicono i nostri amministratori :

<< L’Anas di Genova sta sovraintendendo la redazione del progetto definitivo e ci ha chiesto un parere – ha spiegato Rossetto –. L’Armo Cantarana è un’operazione fattibile soprattutto rispetto ad altre ipotesi di collegamento quale l’Albenga-Carcare-Predosa che ha tempi lunghi e impegna risorse per 6/7 miliardi di euro con un intervento dei privati che presuppone consistenti risorse pubbliche. Il progetto definitivo che condividiamo è modificato rispetto a quello iniziale: presenta miglioramenti di ordine tecnico, benefici di carattere ambientale e un contenimento del costo che da 352 milioni di euro passa a 271 milioni”.

Insomma si continua a proporre e costruire super-strade, autostrade con la scusa di mettere in sicurezza una statale ormai martoriata dal traffico, dalle code estive e dagli incidenti, senza pensare che all’aumentare del carico di traffico aumenteranno proporzionalmente gli incidenti, le code ed il traffico.

Per fortuna ci pensa la Società autostradale del vice-sindaco Luigi Sappa che, approfittando della giornata, fa presentare al Sindaco Chinea l’asso della manica del Comune di Garessio :

<< Abbiamo già depositato in Provincia uno studio di fattibilità a firma dell’Ufficio tecnico di Garessio. Il costo preventivato si aggira sui 100 milioni di euro per 1380 metri di galleria e 350 circa di viadotto >>. Ci dicono si tratta di  “una proposta di collegamento che aveva già preso in considerazione il sindaco di Alassio nel 2009” e su cui Rossetto, il vice presidente della Provincia di Cuneo, ha dimostrato interesse: “la Provincia cercherà di stimolare gli Enti preposti per l’inserimento nella programmazione regionale”.

D’altronde come rivelato dal verbale di Assemblea della CdA dell’ 11 maggio 2009 della stessa società autostradale autostrada Albenga-Garessio-Ceva (Agc) : il presidente Sappa << ritiene che la Società debba veramente muoversi in qualche direzione operativa e strategica per consentire ai Soci Pubblici di giustificare la partecipazione in una società non operativa >>.

E d’altronde il “tunnel di Gazzo” così proposto, non rappresenta di certo l’inizio di un’opera, come ci ricorda l’oggetto sociale della stessa Agc , di un progetto per “tronchi funzionali, propedeutiche a salvaguardare la redditività della società anche nell’ipotesi minima di realizzazione, in un primo tempo, del solo traforo di valico a pedaggio”  !!!

Insomma nessun conflitto di interessi in Alta Valle Tanaro dove, per parlare di sicurezza stradale, si propongono tunnel tra le montagne che farebbe aumentere semplicemente il carico di traffico su una statale al limite della sua sostenibilità mentre i sindaci, che fanno parte del Comitato territoriale di una Società autostradale (l’Agc) , propongono assemblee pubbliche per dare vita ad un movimento di protesta…   aspettiamo quale sarà di preciso il motto del “loro” movimento di protesta  :

+ autostrade, + tunnel, + inquinamento, + traffico, + incidenti

Per fortuna la nostra vallata ha degli amministratori lungimiranti che sanno guardare al futuro  !

Noi intanto ci godiamo l’estate sulle Alpi Liguri con i turisti olandesi, tedeschi ed americani in sempre maggior numero che stanno iniziando ad amare questi nostri territori per le loro qualità e non di certo perchè sperano in un’autostrada sopra la loro testa o in un tunnel sotto i loro sentieri …

Comitato Treno Alpi Liguri

Annunci
One Comment leave one →
  1. RICO permalink
    7 settembre 2012 12:05

    a casa a dormire !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Scio’ scio’ scio’, fuori dai piedi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: